martedì 5 luglio 2016

vorrei tenerti le mani

vorrei tenerti le mani
di quando bambini ci guardavamo
e nelle palme
tirando a caso non sortiva
che il timore aperto
del mare insonne
del suo moto senza sosta
non sappiamo ancora
né il modo né il luogo
e forse ci rimane solo il tempo
di quella paura di nuotare
Che non abbiamo più
che non importa
troppo alta l'onda

ci teniamo stretti negli occhi
fratello e sorella
venuti al mondo quasi insieme
da un muro di paure.

E vorrei tenerti le mani, le tue
bianche d'infanzia
come in quel tempo
indicarti la riva
o fingere insieme di scoprirla
perché l'uno non fosse
più grande o importante dell'altro
ma all'altra perfettamente
uguale
come qualcosa
che nulla mai separa.


Nessun commento: