domenica 3 aprile 2016

si è fatta notte

si è fatta notte
come una gentile morte
il giorno si è messo
da parte
come una carta senza più valore
un nocumento purché sia
e già è lontana
la vela che lo sospingeva
chissà verso quali
attese che la sera ha spento
tra due dita
come fa la luce
quando alla candela
nega persino l'innocenza
rimane
della notte di stearica
un odore che si insinua
e nelle nari
è un fastidio
un'onda
brevissima
che saprebbe di mare
ma qui
ora
la notte
gentile come un sogno oscuro
è l'unico fondale.


Nessun commento: