martedì 8 dicembre 2015

indovino dei rami il dolore dello stacco

indovino dei rami il dolore dello stacco
di fronte gli occhi ho sempre
lo stupore delle foglie
quando tocca a loro
il tempo dell'addio
distano sempre i rami
a svettare
a fatica
sulle sofferenze umane
perché sappiano
d'umano
la rescissione del fogliame
e quanto lento
e restio d'abbrivi
sia raggiungere
a terra, la meta.
Di foglie s'innerva
la mia attesa
e come d'autunno, passa
avida di silenzi
sommessa.
***
Io vorrei essere inutile
come un ramo che non ha più vita
trascurabile
come una via senza uscita
e liberare
lo spazio d'aria
tra vita e parole.

Nessun commento: