venerdì 15 marzo 2013

aria di marzo

e sento che arrivi, aria di marzo
come un cielo di nuovo, terso
in un abbraccio a metà di stelo

come di terra turgida
millesimale è il moto delle labbra
smuovono fibre
di rugiade e suoni, lire lievi e incanti
silenziosi chiamano
a raccolta gli spiragli che di luce
si fanno desiderio e pelle
di spina acuta e d'acanto


Nessun commento: