venerdì 11 gennaio 2013

e corsi

e corsi
come un angelo
fino a raggiungerli
gli angoli
nel loro freddo
di battigia lineari
non c'eran versi
ché le parole tutte
formavano già spigoli

vedevo le mie spalle
abbandonate e pure
stringermi
come tra' denti serrarmi
e la lingua
riarsa:

non ci fu verso
la mia poesia
fu la prima volta
amara e irraggiungibile
ché subito seppi:

non ero io, chi cerco

Nessun commento: