domenica 19 gennaio 2014

sono sempre gli stessi

sono sempre gli stessi, i treni a partire
in coda gli ultimi della fila
recano sempre due fanali in croce
su una bava che si cancella di rotaie
un bagliore che riverbera e di taglio
intermittente
sul piano di rotolamento
imperterrita la miseria della ferraglia

i miei treni arrivano sempre stravolti
nessun capolinea miracoloso
nesunna tana che li liberi tutti
ma solo ripartenze e un ostinarsi
quasi d'ospite inadeguato

Nessun commento: