martedì 26 agosto 2014

gore di mare

gore di mare
affioranti
i fondali degli occhi
si concretano di minime stelle
così prossimi al pianto
sono i cristalli
e il sale non scioglie
gli umori di lontano
ne rimangono percorsi
di mani strette
e dita che si intricano
per pensieri
e vite
come sui muri
un umido risale, emerge
in un disegno incontenibile
un risguardo di salsedine che sfoglia
i muri di dentro
in macchie d'anima perdendosi
quando tu accadi
e sopra ogni muro domini le gore
e il sale.


Nessun commento: