giovedì 1 gennaio 2015

Di ordinaria manutenzione.

Comincia un nuovo anno, o ne finisce uno vecchio, dipende dall'approccio al bicchiere e al suo contenuto. Ho ricacciato nelle latebre della 'bozza' gran parte degli scritti ospitati su questa pagina. Nel luogo oscuro che la bozza sottintende, almeno per ora, vanno a cercare un posto, una sistemazione, tanti miei fantasmi, tanti miei personaggi (ne abbiamo tutti, quasi ognuno dei pensanti, in diversa misura, non c'è bisogno di pensare o rifarsi a Pessoa, che in fondo nemmeno conosco), tante mie finte traduzioni e altrettanto immaginari interpreti, e tante parole accostate solo per mio uso personale, parole casuali e spesso incomprensibili, parole che hanno trovato solo a volte un loro destinatario, per mio tramite o no questo poco importa. Erano parole di tutti, le ho sottratte con poca destrezza, ed ora le restituisco a quell'immenso contenitore che è il vocabolario dei silenzi. Poi ci ripenserò, forse, cedendo alla mia debolezza, a questo vizio di scribacchiare che non sono mai riuscito a sopprimere del tutto, nonostante i risultati...
Riappariranno, i post, mano a mano che li avrò risistemati.

Nessun commento: