venerdì 6 luglio 2012

m'arricord ca

O calabro migrante, consacrato pel lavoro...
   Azz, questo è il primo rigo che ho scritto in vita mia, in prima media, guardando il mare alle spalle della chiesa madre, dove oggi hanno costruito il porto turistico di IV categoria, sotto lo sguardo un po' sconsolato del busto del glottologo Giuseppe Gangale, manco a dirlo esule da tanta postuma gloria locale; è il primo rigo che la memoria non si è peritata di cancellare, il solo superstite fortunatamente, di quella cosa che l'insegnante di inglese -la chiamavamo 'maga maghella', nel suo mascherarsi da Raffaella Carrà- mi fece leggere davanti ai compagni di classe, con mio sommo imbarazzo, moltiplicato per il numero dei presenti. E non solo, con tanto trasporto la povera donna propalò la notizia di quella apparizione poetica- quanto fulgida!- al resto del corpo insegnante... Per fortuna il professore di italiano, Domenico Avenoso da Cittanova, proprietario di Alfa Romeo Giulia 1300- un vero spettacolo!- smorzò gli entusiasmi, sentenziando con santissima ragione trattarsi non già di poesia quanto di prosa poetica... Azz! E qui lo viene a dire, questo? In mezzo a queste cape di ciuccio? E aggiunge pure che Cesare Pavese- l'amato!- era un esempio mirabile di prosa poetica o ritmata... mmeh! e mo'?!
   Il professore aveva ragione, anzi era stato molto generoso, forse come quella volta che mi disse che il compito in classe su Don Chisciotte voleva tenerlo per sé, che ne era rimasto colpito, che il voto che mi dava non aveva importanza alcuna, tanto più di dieci non poteva mettermi... proprio come il professore Don Ciccio Milano, che dopo tanto guardarci in cagnesco- sono stato anch'io un liceale, molto periferico in vero, degli anni settanta, figurarsi...- mi confessò, a denti stretti, che quando decideva le tracce dei compiti di italiano... beh sì, lo faceva pensando a me- a me!...
   La mia gloria letteraria è tutta qui.
   No, ora che ci penso, mi ricordo di una frase, qualcosa come 'ma no, non ci starà male, lui ha la poesia...'
   A ben guardare, cosa aggiungere? Sono solo ricordi, pinzellacchere diceva Totò!

Nessun commento: