mercoledì 11 luglio 2012

perché abbiamo vissuto

perché abbiamo vissuto soli
al centro del canneto, prigionieri
di bisce ed acque, e limi
e vivere non era solo vivere
ma stringere forte gli occhi
e non vedere, speranza di non essere
né visti
o sfiorati

l'abitudine ci sradica, prevista
dall'immobilità del tempo

ricresce la palude
e gli occhi, svogliati
studiano altri modi
per non vedere, o annuire

Nessun commento: