sabato 15 novembre 2014

QdT: traduco di te, tentando parole

traduco di te, tentando parole
i gesti che han sentito
rugiade sfiorarsi
e a pelle il posarsi, d'ali
trovate in paci, interiori e fuse
tra omeri e nuca
dopo i sussulti, è qualcosa che dice
ancorata, delle tue dita a fondo
e sollecite, più in là
oltre i corpi
che tutto han provato
e detto
percorrendoci, l'un l'altra

sempre ci abiterà
questa ricerca d'esserci incontrati
che so crescerti, da dentro
come un abito che prenda forma
di fiore solidale al tuo moto
sempre ci abiterà
per ogni frammento che d'infinità
breve ed umana 
tenerti conceda.





Nessun commento: