giovedì 1 novembre 2012

dove vanno

dove vanno gli amori
forse il nasconde un luogo
e di parole folli un tempo
prende alle labbra

ho scelto le sabbie, cos'altro
poteva trattenere un attimo
forse la sparizione di un sorriso
da un angolo o da un volto

sono alti gli stanti a quest'ora
sul ponte dei segnali
e quasi a scelta, le vie
ferrate da imboccare

vedo già le lontananze e i treni hanno
code che sobbalzano
ma lievi
ché non si scosti, dalle rotaie
la notte.

Nessun commento: