sabato 5 luglio 2014

Tulio H. G. nudo come un tramonto

nudo come un tramonto
anche difettoso
di menestrelli
e sciogliermi di te
con i miei attrezzi di rammendo
- mi aiuti a tessere, mia rete?
e giocare con gli occhi
traversare le maglie
frazionare in piccoli mari
da bambini alle prime bracciate
i tuoi sguardi
poi avidi
di lini candidi
afferrare sui dorsi
le tue mani
immaginare le tue labbra
premere
e i denti confondersi
col bianco dei cuscini
e fissare per sempre
il piacere che ti attraversa...
e tentare il mare
di dirtelo almeno
questo moto senza sosta
l'arrivo di sponda
l'abbrivio
la risacca
e tra noi
la sabbia
il tempo stesso
la clessidra che riparte
secca
dopo una lacrima d'addio
ed una felice d'arrivo
precisa 

tra un nuovo sorriso
e il riavvio.

Nessun commento: