domenica 6 luglio 2014

un cappello che vola via

un cappello che vola via
il vento non si scusa
e perché mai?
al vecchio cappelllo bastano gli occhi chiusi
era insperata
questa sospensione
un regalo
volteggiare senza sforzo
libero da pesi
e ripassare
a falde stese tra la gente
sfiorare spalle ed occhi
e in alto prati colli impervi ed onde

è solo un cappello
e sguscia sfuggendo ai venti
o una gomma
enorme e folle
che ballonzolando
sembra cancelli macchie di cielo

no, solo un cappello che vola via
come una nuvola

folle
allegra
a caso nera
in cerca d'asilo
nel cielo di cera.

Nessun commento: