domenica 20 luglio 2014

Vicente V. è come dentro il fiume

è come dentro il fiume
cercare un attracco
un punto confondibile
buono per uno sbarco
una chiglia che fruscia
un piede che tocca
un braccio che si tende
una mano che afferra
o tenta
l’altra mano
nessuna maestà
solo due solitudini
grandi
e un fiume
quel fiume
ad unirle
così simile alla vita
nel suo scorrere
quasi distratto
come se mai fosse passato
per tutti questi punti
dove ti ricordo
esatti

e la draga
gigante
a pendolare tra le sponde
indecisa
tra preludi e finali
minacciosa negli affondi

vincerà la vita
lo so
col suo guizzo gioioso
di pesce folle e argentato
e gli occhi
i tuoi
saranno docili
a bagnarsi alle sue rive.

Nessun commento: