domenica 2 dicembre 2012

l'aria di sempre

l'aria di sempre e attese
verso il cielo, calanchi
e nubi da sorbire
lente come un transito
pesante di carriaggi

un ricordo di manti, e bovi
ed erbe quiete
m'estrapola di miraggi, non spiego
gli adynata di terre
ed ombre
immemori barriere
ad arginare tempi

Nessun commento: