giovedì 12 giugno 2014

Mateo E. Loma saperti appena

Mateo E. Loma.

saperti appena
come il bianco di un rigo
saperti a fondo
come una pagina intera
e far tesoro del moto
lento ai tuoi seni
e respirarti
come una carezza
lieve di risacca

scrivo poche parole
in un'ansa
tra il cuscino e il tuo corpo
in una infinità di tempo
un attimo
ora che tutto il resto mi appare
chiaro e inutile
e tu
stretta come non mai
dal lato di qua
futura
come la memoria più vera
quella che con te cammina

non ti saprò mai appena
o soltanto
non ti saprò mai fino a fondo
ma solo
interamente
come quando dimentichi
a mare con me la mente...

Nessun commento: