mercoledì 11 giugno 2014

Sera per le tue mani

Sera per le tue mani
Dove sono
Ora
Come un pensiero che non si allenta
E si fa velo di presenze
acuto
Come se fossero le tue dita
A giocare
Da dentro
Nella tua sera
E a proiettare lente
Ombre sopra i muri
Le stesse che fuori
Cercano respiro
E pace
In una notte che senza artigli
tace.

Nessun commento: