giovedì 18 aprile 2013

e un'eco sfiora.

e un'eco sfiora
con profondità di sera
la siepe non dichiara altro
che un chiuso di frontiere
di chi sapranno
le irraggiungibili corolle
può bastare, forse
questo giallo che si indora
tra i piccoli esagoni a recingere
o chissà
a costringere
l'essenza del petalo in un pugno
ma cammino, e nella sera
è come un fine.


Nessun commento: