venerdì 12 aprile 2013

un profilo già ridisegna

un profilo già ridisegna il vento
un volto del nuovo
che mi sopravanza

io mi ricordo
del taglio della mano
ad appartare dalle sabbie guance
e se mi cerchi bocche
e se mi alzo affondi
così sparivano
quasi cerchi di sabbia
mai nati i disegni ignari ai silicati

la sabbia ha ripreso i sogni
solo il vento è ristato
un attimo a concrezioni
ormai resto
come di salmastro
od oltre, a mezza costa
di un nido che morte
le foglie dell'inverno ai rami appare



Nessun commento: