domenica 6 aprile 2014

Erótica, V (Tulio) la stanza si è riempita delle tue spalle

(A final)
la stanza si è riempita delle tue spalle
oltre
rimangono in vista le dita
bianche parti
di un gioco relativo e perfetto
di gioiose convessità ed incàvi

tutto si è intrecciato e corrisposto
anche i tempi
i battiti
i ritmi
e la paura di perdersi presto



la tua pelle sa di sole
oltre ogni ragionevole stagione
e non ammette repliche
ché puro è il tuo dominio sui sensi

ti sussurro parole che strappo al tempo
e sulle tue spalle dal sogno di cetra
s'eleva fremente
un'aria che sa d'incanto
ed è il farsi del respiro
che mi inchina
sulla tua nuca bianca
sui tuoi capelli da parte
sul collo
dove s'apprendono, a scie
baci senza fine

una ad una
alterne
si serrano le dita
e penetra la voce
nelle tue spire
come in una terra
giovane e antica
dove mi attiri e ti offri,
corolla che riempi di desideri
il tuo imbuto di calla


un gemito regge il tuo arco
di stelo splendido
e madido è il tuo letto
di donna
e d'amore,
così
come t'amo
sono
ed è un attimo.

Así estuvo, así me fui, 
Tulio.







Nessun commento: