sabato 26 aprile 2014

Tulio H. Garay, Erotica, IX.


Il tuo mento in una mano
e sotto le labbra il tuo risveglio
sulle tue spalle un velo
leggero di carezzevoli primavere
e negli occhi che scendono
le mani
le labbra
le spalle
tutto di te, in uno sguardo
d'intesa che prende
e spinge fino al cielo
e rimbomba nelle tempie
intrattenibile in silenzi
Miré por debajo
hacia tus espaldas
tus labios estrechàndose
y las flores en busca de tu piel
Tutto il cielo si è stretto negli occhi
folle di esplosioni
ti so da qualche parte sorridere
e t'apri
come un fiore a vela
nel centro esatto della primavera.

Nessun commento: