martedì 28 ottobre 2014

Parole viaggianti

Parole viaggianti
Sillabe in cerca di leganti
Arie che si sospendono
Stanche
Di tanta attesa che non sia
Giorno dentro
Luce senza riguardi
Chiarore prepotente
E connettivo

Ci porteremo

Dove non potremo seguirci
Poi che insieme arriveremo
Disegnando minuscoli gigli sui vetri
Ricalcando a matita
Messaggi brevi
Perché non sfuggano
Dalla memoria
Dalle dita
Gli istanti che i tuoi occhi hanno dato
Quando nell’aria ho udito
Solo tra noi
Il tuo nome
E il mio
In uno scambio di tensioni
Che allentava Il tuo corpo
Improvviso e vasto
Da comprendere
Il mio volto

E le tue ragioni.

Nessun commento: