mercoledì 29 maggio 2013

così mi vado
raccontando le dita
legando a fasci
rose bucate
impenetrabili steli
e vite alle finestre
le mai viste
sono lenti a queste alture
i piani e non mi giovano
che frammenti...

Nessun commento: