mercoledì 29 maggio 2013

Ma ora non so
Perché la notte ed io
Siamo qui
A viaggiarci l’uno nell’altro
Come due mani che disperatamente
Si staccano
E chiamavamo legame
Questo filo che senza un senso
Si dipana

Ma ora
una linea ispessisce, e si ostina
sugli omeri, ai fianchi, agli occhi
si fa cortina
buio
tendaggio

ma,

e null’altro.

Nessun commento: