lunedì 10 febbraio 2014

In un giorno di fili intrecciati



In un giorno di fili intrecciati
Quando anche la pioggia, infine
Deserta, scompare
Tra i gomiti stretti degli innamorati
e le fronde degli ombrelli sollevati dal vento
i rivoli no, la lentezza rimane
fino alla fine delle strade
fin dove si esaurisce il luogo
e ricomincia un tempo avverso di futuri
e bozze a digrossare ore ed impalcati

in un giorno di pioggia riparano
i fili lungo i menti
e nelle maniche sguarnite della gente
fremono i polsi davanti a tanti morsi
e bagnano le carni
questi posti dove non posso
dove mi dolsi

ma continuo ad amarti
come la pioggia, definitiva, complessa
come una donna e un uomo
sotto la pioggia
dopo un amplesso
di anime, di coraggio, di risoluzioni

e non smette, la pioggia
la rivoluzione
eterna, dentro, stretta negli occhi
come una luce, una fiammella.


Nessun commento: