venerdì 28 febbraio 2014

Non chinarti alla sera



Non chinarti alla sera
E non piegarti, mai

È intero il giorno
Nella lacrima irrigua alla mano
La attraversa lo sguardo
La accarezza un pensiero

E riappari
Oltre
Dove ripara il sogno

Al di là delle mani
Si ricompone, ideale, la meraviglia
E la grazia di te, l’esserci
Anche nei passi
Quelli che decidi
Quando doppi la sera
E mi sembra di sentire
E l’acciotolìo
E il tuo arrivo
Quando perso
Nel mio caleidoscopio, spero.

Nessun commento: