domenica 16 febbraio 2014

Mi dirai tu perché t’amo



Mi dirai tu perché t’amo
Me lo dirai come la pioggia
Dopo che a lungo l’ha serbata il tempo
Me lo dirai come il suono delle campane
Dopo che a stento lo ha trattenuto il vento
Me lo dirai a distesa
Come il mare quando i porti saranno lontani
Me lo dirai come un fiore
Quando la terra pazza di gioia lo libera
Me lo dirai coi silenzi di te che so
Quando le tue labbra cancellano
D’un battito i rumori
Me lo dirai quando piove o è sole
Quando è amore o nuvolo
Me lo dirai come sai
Coprendo le mie braccia
Con le tue labbra
Quando entro nei tuoi occhi e mi guardi
Così me lo dirai
come si dice a un povero
Che la vita è bella
Che la vita è tutto
Me lo dirai come te che piangi
E non ho altro da darti che mani.

Nessun commento: