martedì 25 febbraio 2014

Levanté los ojos



Levanté los ojos
Ho alzato gli occhi
E le mani sono sparse di te
Puntano in alto
Ad un proseguirsi di cieli
E di parole tue
Così leggere
Da fendere i pensieri
Così si rinnova ed annulla
L’attimo che senti
E che dici assoluto

È una linea perfetta
Ha calma d’orizzonti
È il punto esatto
Di quando cedi
E ti chini al mio petto
Bevo i tuoi capelli
Allora
E ascolto il tuo coro di donna
Unica e forte
E la tua mente volta
In alto, in amore.

A volte mi alzo
e verso i tuoi occhi
come un piccolo uomo
felice di dare declino
Il tuo nome e il piacere
Di esserci e amare.

1 commento:

Anonimo ha detto...

nei tuoi versi c'è una meraviglia che non mi stanco mai di vivere

rigobianco