venerdì 12 dicembre 2014

Fino a quando le labbra avranno confine (Hasta cuando)

(Hasta cuando...)
Fino a quando le labbra avranno confine
di parole, fino a quando sapranno
delle tue dita bianche, dello spazio
che solo la luce vìola, penetrando suoni
di interstizi e angoli, doppiati
con fretta rapida d'amanti
Non altro, questo amarsi sempre
di una completezza in cerca
un ristare accanto, preciso di contorni
l'uno e l'altra di silenzi ammantandosi
nell'essenzialità dei corpi

Fino a quando, le ombre
dei platani trascorreranno
intermittenti a sera
come un monito al giorno
che lentamente declina
in una carezza assolata
quasi una estrema spera
e tu sola, tu immagine, tu e sempre...
finché non sarà più altro la sera.


Nessun commento: