sabato 6 dicembre 2014

mai potremmo vincere

mai potremmo vincere
non è questo ad unire
ci sarebbe sempre una sera
un'ombra pronta
infida di recrudescenze
a ghermire
le ombre non sanno l'amore
lo nascondono
e sembra in piena luce che si perda,
rimane di tanta attesa
il suolo senza pretese,
i passi cauti
ché non rechino offese
nessun percorso che ignori
il peso di quel passo
la durezza dei nostri suoli
confonde nelle fila brevi dei vincitori
bastano due dita, alle labbra
perché tutto accada
anche l'amore
così silenzioso
come la bocca
intorno all'anima ricucendo
parole per due rubate al tempo.

Nessun commento: