giovedì 18 dicembre 2014

polvere che vola via

polvere che vola via
un altro soffio un anelito ancora
e appare 
il profilo profondo
sulla linea del viso
bisognerà aggiungere parole
scernere tra le sabbie
e toccare le corde
perché siano suono e base di silenzi
prima che tutto accada
lungo le siepi scalzate
perché divaghino i colori
a segnalare prati o nuvole
e vette o tutto quanto ci concederà
questo tempo, questo clima
così umano da portarsi dentro
come una bisaccia che pesa e in cambio
ai fianchi ampolle di rugiade
per volare via
senz'ali o mani che bilàncino
soli ed in bilico
sulla via che azzurra
questo sogno difficile a percorrersi
che si fauna stria, rasoio
di un taglio senza abbrivio...

Nessun commento: