giovedì 18 dicembre 2014

spesso, come i miei vorrei

spesso, come i miei vorrei
rimango di qua dai muri
sempre, come i miei desideri
mi fermo davanti a una parete
ad un tetto di un grado senza numero
non importa, il confino
il digradare dei pensieri
nulla ferma le parole e i sogni
e l'orgoglio di andarsene disperato
se tanto costa di vivere la speranza.

Nessun commento: