giovedì 25 dicembre 2014

Piccole cose parlano.

Piccole cose parlano.
Non sarà mai come il peso della bottiglia
sul piano smarrito.
Sollevarla una volta ancora
e accorgersi del vuoto
della leggerezza del nulla
Tappo onestamente mostra
poche mandate di sé intorno
Pani in plastica al collo
sciatta catacresi
di lingua, non di bottiglia
Non si capisce la pietra
non è il paragone il suo mestiere
E' venuto Natale
lo sapevo che non si sarebbe fermato
Anche le feste hanno sempre qualcosa da fare
E allora non le aspetto
che ci provino, a tornare.
Anch'io, da dove ero partito.
Vorrei essere nel punto esatto
dove cade il tuo pensiero
Sarebbe perfetto
Anche così, come una lontananza leggera
serrata da un tappo a vite di bottiglia
su un ripiano vuoto agli altri, quelli di soli occhi.
Sentono anche loro le parole delle piccole cose
ma sono troppo cresciuti per dirle
Come con Babbo Natale, uguale.

Nessun commento: