mercoledì 19 marzo 2014

Ed ora che non ci sei (guardando il cielo, con mio padre)


Ed ora che non ci sei
non cadono più
piccole stelle
solo rimangono
tremuli alle rotte
aerei appesi
che i venti portano
dalla Grecia in alta quota
Tu li seguivi con lo sguardo
e indovinavi l'ora
è un po' in ritardo, dicevi
questo viene da Atene
l'altro torna da Roma
qui, nella nostra grecità segreta
di stelle che ti guardano negli occhi
Poi tiravi una riga sulla storia
chiudi tu la porta, dicevi
io vado a dormire
e passandomi accanto
so che mi sfioravi.

18 luglio 2008

Nessun commento: