lunedì 31 marzo 2014

notte non sarà, intera

notte non sarà, intera
finché lune segneranno a confine
e tu avrai luogo, gialla e imponente
alta sugli steli aguzzi della terra
un tempo di quiete verrà
e trovarti sarà antico come una scoperta
che il tempo rilasciava a stento

anche dove sembrano finire le speranze
ti sento, e più di un canto
è il tuo silenzio, umano
vi troverò il tuo sorriso, quello che sostiene i venti
e dove si alzerà, lì attendo
come un bordo di bicchiere avido del tuo stelo...

Nessun commento: