domenica 2 marzo 2014

Nunca, nunca tuve miedo

Nunca, nunca tuve miedo
mai, mai ebbi timore di primavera
così lontana ancora
- e tu dagli inverni -
pure stretta in una mano
come un'anima
come il fiore di una pena da spuntare
mai, mi ripeto
le linee delle vita si sono strette tanto
dove tu rimani
e con forza piegandosi
perché tu non andassi

un sole non si sceglie
cresce dentro
e irraggia
e imbeve
di sé
come la pioggia netta
e chiaro
è il sentire
fin dove un cuore
inevitabile batte

non decidere il tempo...

Nessun commento: