lunedì 31 marzo 2014

Una città regge il cuore



Una città regge il cuore
Coi suoi fili colorati di notte
I suoi filtri di ottiche
Le luci a mille
E i silenzi inoltrati per ànditi
E viali intemerati
E foglie di suoli
Lucenti come riverberi
Di luci
Di suoni
Di notti

Una città serra il cuore
Con le sue distanze
E le rotte che accanite
Puntano verso un luogo
Uno solo
Il più raro
Quello dove tu ti trovi

Come una città è il mio cuore
E i pensieri di te
Convulsi come i quartieri degli angiporti
E quieti
Quando a sera
Le bitte accolgono il fasciame color di te
Che torni
E con le tue labbra mi abiti

Allora sì
La mia città è una sola
Quella che popola il tuo cuore.

Nessun commento: